Caritas

Caritas

La Caritas di San Romano viene istituita nel 1989 a seguito del dramma di un barbone morto vicino alla Stazione Tiburtina, che scuote a fondo la sensibilità dei primi volontari. Già da un anno c’era infatti un piccolo gruppo che aveva aperto un centro di ascolto. Questi pionieri vengono aiutati ed incoraggiati da un Missionario della Carità di Madre Teresa di Calcutta ad incontrare e avvicinare i più emarginati della zona, portando loro qualcosa di caldo da mangiare e qualche coperta per difendersi nelle notti fredde da trascorrere all’aperto.

Da quel giorno la Caritas non si è mai fermata, anzi, ha incrementato notevolmente i suoi servizi settimanali e visto innumerevoli volontari inserirsi tra le sue schiere, a volte occasionali, ma la maggior parte assidui fino alla fine della loro vita terrena. Né sono mancate belle esperienze di recupero con volontari affidati dai servizi sociali per la messa in prova. Abbiamo sempre visto la divina provvidenza all’opera, non solo con i beni materiali – che non sono mai mancati – ma anche e soprattutto con le persone disposte a rimboccarsi le maniche, sia nei periodi ordinari che di fronte alle grandi sfide, come furono gli sbarchi straordinari del 2015 – dove i numeri arrivavano perfino a 600-700 ragazzi da sfamare – e la recente pandemia di covid-19, che ci vide in prima linea in diversi servizi a favore degli ultimi.

Ad oggi la nostra Caritas svolge settimanalmente questi servizi:

Il Centro di Ascolto

Da diversi anni in rete con la Caritas diocesana e con le altre parrocchie, il nostro Centro di Ascolto assiste regolarmente una cinquantina di nuclei familiari di zona, sia italiani che stranieri, senza contare le numerose persone e famiglie che occasionalmente si presentano. Riceve di norma nel pomeriggio del lunedì e del martedì, ascoltando e valutando le situazioni e consegnando i pacchi alimentari, nonché altri aiuti a seconda del bisogno e dei progetti che si possono eventualmente attivare.

La cena a Tiburtina

Per ben due volte a settimana, nei giorni di mercoledì e venerdì, la nostra Caritas provvede alla preparazione e alla distribuzione di un’ottantina di pasti caldi nei pressi della Stazione Tiburtina. È il nostro servizio più caratteristico, rimasto pressoché invariato nel tempo e che non si è mai fermato neanche ai tempi del lockdown. Ci si organizza per turni, formando di norma una squadra che prepara e cucina nei locali della Caritas e un’altra che scende in stazione. Così numerosi volontari possono prendere parte a questo servizio, che si arricchisce spesso con la consegna di coperte e abiti agli amici che vivono senza una fissa dimora o in alloggi di fortuna.

La mensa del sabato, detta “degli amici di San Romano”

Tutti i sabati del mese viene attivata la mensa per accogliere a colazione e a pranzo una cinquantina di persone. È forse il servizio più bello di tutti: non solo perché vede i nostri amici seduti a tavola mangiare un pasto completo servito dai volontari (come a ristorante!), ma anche perché coinvolge praticamente tutti i gruppi e le associazioni parrocchiali, oltre a diversi volontari singoli. Nel tempo abbiamo ospitato gruppi scout, di oratorio o di volontariato di altre parrocchie – e addirittura di altre città – a fare servizio da noi.

Il “giro”

Attivo dal lunedì alla domenica, è il servizio che organizza per turni la raccolta dell’invenduto che ci regalano diversi forni, supermercati e bar di zona. Si va di prima mattina o di sera a seconda degli accordi presi con tali attività.

La raccolta abiti

Esclusivamente nei pomeriggi di mercoledì e venerdì, e limitata ai capi di abbigliamento di stagione, raccogliamo abiti mirati che vengono distribuiti ai nostri amici della Stazione Tiburtina e su richiesta anche agli assistiti del Centro di Ascolto. Tutti gli altri abiti possono essere lasciati nei contenitori bianchi (presenti in Caritas, all’ingresso della chiesa e al parcheggio delle Misericordie) che vanno all’Associazione Semi di Pace che collabora con noi.

Le “collaborazioni” esterne

Oltre alla sinergia con la Caritas diocesana, la nostra Caritas collabora, condividendo le derrate alimentari, gli abiti, i medicinali e i regali che arrivano con diverse case famiglie, monasteri di clausura e associazioni che operano sul territorio italiano ma anche con chi fa arrivare gli aiuti all’estero, in particolare in Ucraina.

VUOI DARCI UNA MANO ANCHE TU?

In questa Quaresima puoi sempre portare al cesto che si trova in chiesa i generi alimentari che vedi nell’elenco presente nella locandina allegata. Servono urgentemente per rifornire il nostro magazzino che serve la cucina caritas e provvede ai pacchi alimentari per le famiglie in difficoltà.

Puoi portare anche coperte e abiti invernali (specialmente da uomo, come vedi nella locandina) nei locali della nostra Caritas, sita in Via Eugenio Torelli Viollier n. 22, esclusivamente nei giorni di mercoledì venerdì pomeriggio.

  • Per ulteriori informazioni puoi contattare Annamaria al numero 347.449.5796.

Se vuoi darci una mano a preparare o a distribuire il cibo alla Stazione Tiburtina le sere del mercoledì venerdì puoi contattare Salvatore al numero 335.569.0469.

  • Per la mensa del sabato puoi fare riferimento alle nostre Suore Oblate.
  • Per la raccolta dell’invenduto nei forni, bar e supermercati di zona il referente è Carlo Alberto, puoi trovarlo al numero 327.767.8879.